“SEX OFFENDER – CONFESSIONI DI UNO STUPRATORE SERIALE” PRESTO IN LIBRERIA PER “PROFONDO ROSSO”

promo_sex_offenderDopo l’esordio in formato Ebook, edito da Rockshock Edizioni, “SEX OFFENDER – CONFESSIONI DI UNO STUPRATORE SERIALE” sarà presto in libreria nel tradizionale formato cartaceo per i tipi di “PROFONDO ROSSO“, la gloriosa casa editrice creata da Dario Argento e Luigi Cozzi.

 

Eugenio_2013Un romanzo di denuncia sociale contro il femminicidio e la violenza sulle donne; un libro duro e spietato, indicato solo per adulti ed assolutamente sconsigliato alle persone impressionabili.

 Solo 9,90 €!!! Prenotatelo in libreria fin d’ora!!! 

 Sinossi del romanzo: Alan vive a NY, nel Queens. Ha diciassette anni quando suo padre, avvocato, violento ed autoritario, viene ritrovato in un vicolo a faccia in giù con un colpo di calibro 38 in testa. A causa del dolore morale di cui soffre, Alan pone in atto un disturbo oppositivo-provocatorio che sfocia presto in un vero e proprio disturbo antisociale. Da lì, il passo è breve: si arma, frequenta assiduamente un bar di balordi, diventa uno stupratore seriale, un rapinatore ed un assassino, compiendo le sue azioni criminali in giro per il Nord America da solo o di volta in volta con compagni d’occasione. Così, pagina dopo pagina, delitto dopo delitto, la mente malata del protagonista si avviluppa attorno ad una spirale di delirio, fino a che la sua vita diventa una totale e terribile allucinazione che trascina con sé tutto ciò che incontra sulla sua strada………….

INCIPIT:

Non passavo davanti al cimitero di St Michaels – sulla Brooklyn Queens Expy – da molto tempo. L’ultima volta credo sia successo esattamente quattro anni fa, in occasione del funerale di mio padre. Non so del perché fosse stato ucciso, o forse potrei anche immaginarlo; fatto sta, che qualcuno aveva deciso di piantargli in testa un calibro 38, probabilmente detonato da una Smith & Wesson Special. A quell’epoca io avevo solo 17 anni, e la cosa ad esser sinceri non mi spiacque nemmeno un po’. Conducevo una vita per conto mio e se pur vivessimo formalmente sotto lo stesso tetto posso dire che quasi non me ne accorsi della sua scomparsa. O forse mi vergogno di ammettere che me ne accorsi e ne fui contento, chissà. Lo odiavo, questo è certo. Lo odiavo per tutto quel che aveva fatto a me e a mia madre, quel fottuto figlio di puttana. Era un avvocato, era spesso fuori, stava dietro alle sue cose, ai suoi affari e ai suoi traffici, leciti o meno leciti che fossero; per lo più trascorreva i suoi giorni – e le sue notti – nei vicoli immondi della città, tra immondizie, puttane e vagabondi di ogni genere. E quando lui era fuori, per noi era meglio, molto meglio. Io stavo in casa all’epoca, uscivo poco, non avevo amici. C’era mia madre con me, e tanto bastava.

SCARICA GRATUITAMENTE E LEGGI IL PRIMO CAPITOLO: SEX OFFENDER primo capitolo

Leggi le recensioni di: throughtheblackhole.comLazonamorta.itNewspettacolo – Libero – RomaLive – MondoLiberoOnLine – Saltinaria – CasertaNews – Latina Oggi –  Virgilio – Lookfordiagnosis – SoundBook.

Info: www.sexoffender.it

MAI PIU’ VIOLENZA SULLE DONNE (foto di Luigi Bianchini)

ho-sbattuto-contro-la-porta

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

TRATTO DA YOUTUBE: