Recensione Dol’s: “Venduta da mia madre”

Qui di seguito la recensione di Dol’s Magazine del mio ultimo romanzo, “Venduta da mia madre“, ispirato ad una vera storia di prostituzione infantile….

http://www.dols.it/2017/06/15/uomini-che-scrivono-di-donne/

“Putita, Putita, Putita. Era così che mi chiamavano. Putita. Io quasi non avevo un nome per loro, ma solo quel soprannome lì, che in una sola parola diceva tutto di me, descriveva al meglio la mia condizione di figlia e di essere umano. A lungo non ho quasi saputo del mio vero nome, dato che per i miei genitori non ero altro che una putita (puttanella). Un soprannome che la dice molto lunga sulla mia vita con loro, e ovvero sui miei primi dieci anni di vita. Da allora è trascorso tanto tempo, ed io ho già vissuto tanto, forse troppo, ho vissuto e visto mille cose che se ve le raccontassi nei dettagli vi farebbero senz’altro inorridire; forse vi farei schifo io stessa, e sicuramente mi giudichereste, condannandomi all’ergastolo senza appello alcuno, senza alcuna comprensione né condiscendenza.”

Disponibile nel tradizionale formato cartaceo – Profondo Rosso Edizioni –  e in formato digitale (Ebook)