“IRENE F. Diario di una borderline”

Irene F. Diario di una borderline” è un romanzo di denuncia sociale contro l’abuso sessuale infantile, abuso che – spesso – può causare (soprattutto se protrattosi nel tempo e a seconda dell’età della vittima) un disturbo di personalità.

Irene F. è disponibile ad oggi in quattro lingue (italiano, francese, inglese e spagnolo) ed è stato presentato presso la Sala Stampa della Camera dei Deputati e presso il Senato della Repubblica.  

Ringrazio l’amica e cantante Angelica Volpi per aver prestato l’immagine pubblicata nel riassunto dell’articolo. 

“Non mi sono mai prostituita. Questo inteso quanto meno in senso tecnico, perché forse, se considerassimo la cosa nel senso più ampio del termine… Ad ogni modo non ho mai preso soldi per andare a letto con qualcuno. Per cui, posso affermare tranquillamente di non essermi mai prostituita. Ecco, almeno quello non l’ho mai fatto. Tutto il resto sì, più o meno. E quando dico tutto, intendo dire proprio tutto. Tutto ciò che può venirvi in mente. Finchè tutto quel che disordine che vivevo nella mia testa ed anche al di fuori di me stessa non mi ha trascinato sull’orlo della pazzia, e quindi sull’uscio di uno psicoanalista. Avevo solo vent’anni, ed ero davvero a pezzi. Mia madre era appena morta, portandosi dietro tutto quel che non ci eravamo mai dette. Tutto quel non detto che invece ci saremmo dovute confessare da un pezzo, e che avrebbe certamente rappresentato il meglio nel nostro rapporto, per il resto fatto di niente, fatto di troppe occasioni mancate.Quel che è peggio, è che quel bastardo del mio patrigno le è sopravissuto. Quante volte ho pregato Dio che morisse lui anziché lei, ma le cose non vanno mai nel senso che chiedi o che desideri. Chissà perché. Eppure è così.”

Irene-F-

“Irene F. Diario di una borderline”, Edizioni Profondo Rosso