Giornata Nazionale di Studi: Il senso della rieducazione in un Paese “poco educato”, 18 maggio 2012, Casa di Reclusione di Padova

RICEVO E PUBBLICO VOLENTIERI:

Centro Documentazione Due Palazzi – Redazione di Ristretti Orizzonti

Ministero della Giustizia – Casa di Reclusione di Padova

Conferenza Nazionale Volontariato Giustizia

Giornata Nazionale di Studi

Il senso della rieducazione in un Paese “poco educato”

 Venerdì 18 maggio 2012, ore 9.30-16.30, Casa di Reclusione di Padova

 – Scarica il programma della Giornata (pdf)

  Sono in tanti a guardare con sospetto, e magari anche con sufficienza al termine “rieducazione”. L’obiezione di fondo è: ma come si fa a rieducare un uomo di trenta, quaranta, cinquant’anni? E poi perché mai un adulto dovrebbe permettere magari a un educatore di vent’anni più giovane di lui di rieducarlo! E ancora, non suona un po’ da comunismo sovietico l’idea di riplasmare l’animo umano? Tutte obiezioni giustissime, ancora più giuste se si pensa alle carceri sovraffollate, ma… ma…

Noi pensiamo che parlare di rieducazione possa avere un senso eccome, proprio a partire dal fatto che siamo un Paese con una forte presenza di “maleducati”. Che non vuol dire necessariamente accusare le famiglie di aver educato male i propri figli… Può essere anche che un figlio non abbia accettato di farsi educare quando aveva pochi anni, e magari da adulto, e con la galera e il reato di mezzo, sia più disponibile a parlare di educazione, o appunto di rieducazione. E può essere anche che, se cominciamo tutti a guardare ai nostri comportamenti con sguardo critico, forse la smetteremo di pensare che a commettere reati sono sempre “gli altri” e che il carcere è l’unica punizione possibile.

 Ma che cosa potrebbe essere, poi, la rieducazione? E chi dovrebbe esercitare la funzione del Ri-educatore? Intanto cominciamo, prima di tutto, a parlare di Rieducazione all’ALTRO, al rispetto dell’altro.

 Coordinerà i lavori Adolfo Ceretti, Professore ordinario di Criminologia, Università di Milano-Bicocca, e Coordinatore Scientifico dell’Ufficio per la Mediazione Penale di Milano.

 Per info e/o iscrizione: 049.654233 (ore ufficio) – redazione@ristretti.it