Emergenza Profughi Eritrei ed Etiopi nello Yemen

 

RICEVO E PUBBLICO:

 

 

Emergenza Profughi Eritrei ed Etiopi nello Yemen

 La situazione in Yemen si sta aggravando, di conseguenza anche i profughi rischiano di trovarsi coinvolti in una crisi sempre più drammatica che sta colpendo il paese.

Abbiamo circa 4000 mila profughi eritrei ed etiopi nello Yemen, da quello che ci riferiscono che rischiano la vita, nella guerra civile che si sta delineando, con il rischio che si ripeta anche nello Yemen quello che successo in Libia, a danno dei profughi accusati di essere mercenari del regime. Il fatto che siano stati coinvolti alcuni miliziani somali nelle file pro regime yemenita che tenta di resistere alla rivolta delle piazze. Ci sono dei casi di aggressione da parte dei manifestanti oppositori al regime, contro dei profughi del Corno D’ Africa, bisogna evitare anche una possibile strage di profughi che tenterà di lasciare il paese via terra o via mare. Facciamo appello per l’immediata evacuazione dei profughi eritrei ed etiopi verso paesi in grado di garantirli protezione internazionale evitare il ripetersi episodi e tragedie come quelle in Libia o in Tunisia.

Tra pochi giorni si celebrerà la giornata mondiale del rifugiato, un anniversario molto amaro per tutti noi, per i massacri che ci sono stati in Libia, più di 1400 persone hanno perso la vita nel tentativo di arrivare in Europa a cercare protezione. Chiediamo che la comunità internazionale presti più attenzione e faccia uno sforzo reale per garantire la protezione a chi e costretto a lasciare la propria terra a causa di guerre, persecuzioni e catastrofi naturali.

Emergency Displaced Eritreans and Ethiopians in Yemen

The situation in Yemen is a burden, as a consequence, the refugees are likely to be involved in a more dramatic crisis that is affecting the country. We have about four million displaced Eritreans and Ethiopians to Yemen, from what we refer to risk their lives in the civil war that is emerging, with the risk of repeating what happened in Yemen, also in Libya, to the detriment of refugees accused of be mercenaries ofthe regime. 

The fact that Somali militai men were involved in pro file Yemeni regime that attempts to resist the revolt of the squares. There are cases of aggression by protesters opposed to the regime, against the refugees in the Horn ‘s Africa, we must alsoavoid a possible massacre of refugees who try to leave the countryby land or sea. We call for the immediate evacuation of Ethiopian and Eritrean refugees to countries that can guarantee protection to avoid a repeat episodes and international tragedies such as thosein Libya or Tunisia.
In a few days we will celebrate World Refugee Day, an anniversaryvery bitter for us all, for the massacres that have taken place in  Libya, more than 1400 people lost their lives trying to reach Europeto seek protection. We ask the international community to pay more attention and make a real effort to provide protection to those forced to leave their homelands because of wars, persecution andnatural disasters.

Fr. Mussie Zerai
Presidente dell’Agenzia Habeshia
per la Cooperazione allo Sviluppo
Tel. +39.3384424202
E-mail: agenzia_habeshia@yahoo.it
http://habeshia.blogspot.com